Monthly Archives

luglio 2014

BIRTHDAY CUPCAKES

Quando penso ai cupcakes, penso alle feste dei bambini. Penso alle tortine con la glassa che portavano i miei compagni delle scuole elementari per festeggiare il loro compleanno. Erano quasi sempre fatti con i preparati già pronti ed erano decorati con le glasse confezionate e vendute al supermercato…sapete, erano gli anni ’70, le donne americane erano emancipate e si prendevano la libertà di “non cucinare”…In seguito, sono diventati sempre più genuini e scenografici, fino a diventare dei dolcetti simbolo degli USA. Sono estremamente versatili e si prestano anche a versioni salate originali e gustose. Se volete vedere i miei cupcakes allo speck, asparagi e zafferano, potete farlo qui. I dolcetti che vi presento oggi sono stati fatti sempre per il compleanno del piccolo Matteo, con la stessa ricetta delle tortine mini bundt, cambiando solo la glassa. Questa, l’ho preparata con il mascarpone e la panna ed era una nuvola morbida, deliziosa e delicatissima! Provatela e mi saprete dire!
 
 
La ricetta per i cupcakes è la stessa delle mini tortine bundt che trovate qui.
 
 
Per il frosting:
 
250 gr di mascarpone
200 ml di panna vegetale da montare, già zuccherata (io uso Hoplà)
3 cucchiai di zucchero a velo
 
Montare tutti gli ingredienti insieme fino ad ottenere una consistenza densa e cremosa. Mettere la crema ottenuta in una sac à poche e decorare a piacere le tortine. Aggiungere qualche zuccherino colorato per completare.
 
 
 
 
 
When I think “cupcakes” I think “kid’s birthday party”. I remember that very often, my schoolmates would bring cupcakes to school to celebrate their birthdays. These sweets were usually made with store bought cake mixes and frostings…you know, in the ’70s, emancipated women “did not cook”! Fortunately, these delicious treats have become evermore homemade with healthy ingredients, and are so beautiful that they are now considered a symbol of American bakery in the world! Cupcakes are very versatile and are perfect even in the savory version. If you want to see my recipe for Cupcakes with asparagus, speck and saffron, click here. I made the cupcakes I’m presenting you today for little Matteo’s birthday party. The recipe is the same one I used for the mini bundt cakes. I decorated them with a creamy mascarpone and cream frosting and they turned out pretty spectacular! Just try this delicate and delicious frosting and let me know if you like it!
 
 
You can click here for the recipe.
 
 
For the frosting:
 
250 gr mascarpone
200 ml vegetable whipping cream, already sugared
3 tablespoons confectioners sugar
 
Whip all the ingredients together until you obtain a creamy, dense mixture. Put the cream in a piping bag and decorate the cupcakes with a nice swirl, or as you like. Add some colored sugar on top of the frosting.
 
 
 

MINI CHOCONUT BUNDT CAKES

Buonasera a tutti voi amici…che bello ritrovarci qui! E’ da un paio di settimane che sono influenzata e, nonostante vada un pochino meglio, sono ancora in fase di guarigione e non ho ripreso i miei ritmi normali. Questo post sarà quindi, poco chiacchierino ma spero di tornare in forma al più presto! Ho preparato queste mini tortine per il compleanno del piccolo e dolcissimo Matteo. Alla ricetta base per cupcakes, ho aggiunto del latticello homemade, che ha conferito sofficità e un gusto molto delicato. Per rendere le tortine ancora più golose, le ho decorate con una glassa al cioccolato fondente e le ho rifinite con del cocco rapé. Credetemi, sono andate a ruba! Ora vi lascio la ricetta augurandovi un sereno e soleggiato weekend!
 
 
Mini bundt cakes (per 24 tortine circa)
 
2 uova intere
un pizzico di sale
100 gr di zucchero
50 ml di olio di semi
100 ml di latte a cui aggiungere 2 cucchiaini di aceto bianco (io preparo il latticello in casa così)
200 gr di farina
2 cucchiaini di lievito per dolci
un pizzico di bicarbonato
 
Per la glassa:
 
100 gr di cioccolato fondente
1 cucchiaio di olio di semi
 
cocco rapé per decorare
 
 
Preparate prima il latticello. Mettete i 2 cucchiaini di aceto nel latte, mescolate e mettete da parte a “reagire”. Nel frattempo, prendete una terrina e mescolate le uova, il sale e lo zucchero con una frusta a mano. Aggiungete l’olio e poi il latticello. Girate e poi aggiungete la farina con il lievito e il bicarbonato e mescolate quel tanto che serve ad amalgamare gli ingredienti. Mettete l’impasto negli stampini per le mini bundt cakes oppure per le cupcakes e infornate a 180° per circa 15/20 minuti.
 
Nota: Io ho usato uno stampo in silicone, che non ha bisogno di essere unto e infarinato. Se usate degli stampini tradizionali, imburrateli e infarinateli prima di inserire l’impasto, oppure, per le cupcakes, inserite i pirottini di carta.
 
Per fare la glassa, sciogliete a bagnomaria, il cioccolato. Quando è completamente fuso, lasciatelo intiepidire 2 minuti, mescolando ogni tanto. Intingere la parte superiore delle tortine nel cioccolato e spolverizzare con il cocco. Far raffreddare in frigo per un’oretta prima di servire.
 
 
 
Good evening my friends…it’s so nice to find you here! I have had the flu for the last two weeks and, although I am feeling much better, I am still trying to get back to my usual routine. This post isn’t going to be very chatty, but I certainly hope to get back to my normal (chatty!) self very soon! I made these mini bundt cakes for sweet little Matteo’s birthday party! I simply added some homemade buttermilk to a basic cupcake recipe. This ingredient made the cakes very delicate and moist. I decorated the sweets with a chocolate glaze and some shredded coconut! Everybody enjoyed them very much! I wish you all a very pleasant, and hopefully, sunny weekend!
 
Mini bundt cakes (about 24 mini cakes)
 
2 eggs
a pinch of salt
100 gr sugar
50 ml vegetable oil
100 ml milk plus 2 teaspoons of white vinegar (I make my own buttermilk like this)
200 gr flour
2 teaspoons baking powder
a pinch of baking soda
 
For the chocolate glaze:
 
100 gr dark cioccolate
1 tablespoon vegetable oil
 
Shredded coconut for decorating
 
Start by preparing the buttermilk. Put the vinegar inside the milk, stir and set aside. In a bowl, mix the eggs, the salt and the sugar. Add the oil and then the buttermilk. Stir and add the flour along with the baking powder and the baking soda. Mix just enough to hold the batter together. Put the batter into prepared mini bundt pans (or mini muffin tins) and bake for about 15/20 minutes at 180° celsius.
 
To make the glaze, melt the chocolate with the oil in a double boiler. When the chocolate is completely melted, let cool for about 2 minutes, stirring frequently. Glaze the top of the cakes and sprinkle some shredded coconut. Keep in the fridge for at least 1 hour before serving.
 

 

NO-BAKE SOFT CEREAL BARS

Buonasera cari amici! Secondo voi, ci si può raffreddare a Luglio? Siii che si può! Indovinate chi è raffreddato? Ok, avete indovinato. Non essendo in forma in questi giorni, non ho nemmeno tantissima voglia di pasticciare. Siccome però, volevo comunque regalarvi qualcosa di goloso, ho preparato queste barrette energetiche che si fanno in 5 minuti (si, 5 minuti!) e che non hanno bisogno di cottura. Oltre all’immancabile avena e dei cereali misti, ho usato il burro di arachidi, le gocce di cioccolato e le bacche di goji.  Vi assicuro che sono buonissime e costituiscono un ottimo snack per bambini e ragazzi in crescita o per chi fa sport o palestra. Sono deliziosi anche a colazione, quando si va di corsa, ma non si vuole rinunciare a qualcosa di gustoso che ci dia energia per la giornata. 
 
 
Barrette energetiche morbide con burro di arachidi
 
Nota: come misurino ho usato un bicchiere da 200 ml.
 
 
2 bicchieri di fiocchi d’avena
1 bicchiere e ½ di cereali a piacere (io ho usato delle ciambelline di cereali misti)
½ bicchiere di gocce di cioccolato fondente
2 cucchiai di bacche di goji
un pizzico di sale
3 cucchiai di olio di semi
½ bicchiere di burro di arachidi
½ bicchiere di miele ( per una versione vegana, usare lo sciroppo d’agave)
 
Mettete tutti gli ingredienti in una terrina e mescolate molto bene con le mani. Lavorate bene l’impasto. Foderate una teglia rettangolare o quadrata con della carta forno bagnata e strizzata e versate l’impasto sopra questa. Premete bene, aiutandovi con il dorso di un bicchiere. Mettete in frigo per almeno 3 ore prima di tagliare le barrette. Per mantenere la forma alle barrette, conservate in frigo per 3 o 4 giorni.
 
 
 
Good evening my friends! Is it possible to catch a cold in July? Oh yessss, it’s very possible! Guess who’s got a cold? Right!! I don’t feel my best these days, so I don’t have much energy to cook or bake. But I still wanted to give you something sweet so I prepared these cereal bars that only take 5 minutes to make (yes, 5 minutes!), and need no baking. I used oats, multigrain cereal, peanut butter, chocolate chips and goji berries. I assure you that they are delicious and they are a wonderful snack for children who are growing and athletes. They are perfect for breakfast too, especially when you’re in a hurry but want something tasty and energetic to get you through a busy morning.
 
 
No-bake soft cereal bars with peanut butter
 
2 cups oats
1 ½ cups cereal (I used multigrain)
½ cup chocolate chips
2 tablespoons goji berries
a pinch of salt
3 tablespoons vegetable oil
½ cup peanut butter
½ cup honey (if you want to make a vegan version, use agave syrup instead of the honey)
 
Put all the ingredients in a bowl and mix very well with your hands. Line a square or rectangular pan with parchment paper. I usually wet it and squeeze out the water. Put the batter on the parchment paper and press well. Use the back of a glass to help you press the batter down. Put in the fridge for at least 3 hours before cutting into bars. To keep the bars firm, store in the fridge for 3 or 4 days.

S’MORES DEGLI ORSI…VABBE’, DEGLI ORSACCHIOTTI!!

“S’more, s’more…Can I have s’more?”!! Mi sembra di sentire risuonare questa frase, pronuciata con emozione e golosità da un’orda di ragazzini, che intorno al falò di un campeggio, tranguggiano questo dolce delizioso e spartano tra risa e canti corali! “S’more” è la contrazione di “some more”, che vuol dire “ancora”, “dell’altro” e forse questi dolcetti sono stati battezzati così perché nella foga, e con la bocca ancora piena, i ragazzini che chiedevano il bis, pronunciavano male le due paroline. Viene fatto risalire ai primi campeggi delle girl scout e viene tradizionalmente fatto con le immancabili marshmallows, la barretta di cioccolato Hershey’s e le Graham Crackers. Da un po’ di tempo, avevo tanta voglia di farvi conoscere questa specialità americana e canadese, anche se nell’era di internet, forse già la conoscete tutti. Ad ogni modo, ho voluto fare uno “s’more” all’italiana…e quale squisitezza dolce ci rappresenta di più della Nutella? L’idea me l’ha data la mia cara cognatina Giulia, che per il 4th of July, ha preparato queste meraviglie per la sua famiglia e soprattutto per il mio nipotino adorato. Non avendo le Graham Crackers però, ho pensato di dare al dolce una personalità abruzzese e quindi ho usato le ferratelle. Che dire ragazzi? Provare per credere!!
 
S’Mores degli orsi – Ricetta ispirata da Giulia
 
Nota: Per fare le ferratelle avete bisogno del classico “ferro”, che qui in Abruzzo si trova in tutti i mercatini e negozi di casalinghi ben forniti. Se non avete il ferro, potete tranquillamente fare i s’mores con dei biscotti petit o con i digestives.
 
Per le ferratelle al cacao e cannella
 
3 uova
6 cucchiai di zucchero
6 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino colmo di cannella
1 cucchiaino colmo di cacao amaro
un pizzico di sale
250 gr di farina 00
 
Mettete a scaldare il ferro su una fiamma media. Preparate l’impasto mescolando tutti gli ingredienti. Per ultimo aggiungete la farina. Ungete con un pennellino le piastre del ferro per le ferratelle e mettete un po’ d’impasto al centro. Chiudete il ferro e fate cuocete la ferratella su entrambi i lati. La tradizione vuole che la cottura di ciascun lato della cialda duri il tempo di un Ave Maria.
 
Per la farcia
 
marshmallows
nutella
 
Spalmate una ferratella (o un altro biscotto) con la Nutella. Infilzate 2 marshmallows con una forchetta e abbrustoliteli sulla fiamma del barbecue o della stufa. Devono sciogliersi leggermente e fare un po’ di crosticina ai bordi. Mettete i marshmallows sciolti su una ferratella, prendete la cialda spalmata con la Nutella e fate una sorta di panino. Gustate subito.
 
Volendo, si possono far sciogliere i marshmallows in forno. Mettete una cialda sulla placca del forno. Mettete sopra 2 marshmallows e infornate a 200° fino a quando le caramelle non si sono sciolte un po’. Accoppiate con una cialda spalmata con della Nutella e mangiare subito.
 
 
 
 
“S’more, s’more…Can I have s’more?”! I can almost hear all those kids, with their mouths full of this sweet treat and their hearts full of emotion! They’re around a campfire, happy and excited and they’re asking for more while they play and sing together…All of you English speaking people already know that “s’more” is the contraction of some more. Probably, this delicious treat was called this way because all the kids, asking for “some more” with their mouths full, said “s’more”. They were invented by the head of a group of girl scouts and traditionally, they are made with graham crackers, marshmallows and a Hersey bar. I wanted to introduce this American sweet to my Italian readers and make it a little more Italian (although I’m sure that with internet, they already know what a s’more is…). My lovely sister-in-law Giulia gave me this wonderful idea! On the 4thof July, she made s’mores with Nutella and marshmallows for her family, and especially for my adorable nephew. So what sweet treat could better represent Italy than Nutella? We don’t have graham crackers over here though, so I decided to give my s’mores an Abruzzese personality. So I made them with cocoa flavored “ferratelle”, also known as “pizzelle” in the USA. What can I say friends? Just try and enjoy!!
 
 
Note: If you want to make the ferratelle, you must have the iron. Here in Abruzzo, it’s very easy to find, but I’m not sure that elsewhere it’s the same. However, s’mores can be made with other bisquits, like petits or digestives.
 
 
S’Mores with Nutella inspired by Giulia
 
For the cocoa and cinnamon flavored ferratelle
 
3 eggs
6 tablespoons sugar
6 tablespoons olive oil
1 heaping teaspoon cinnamon
1 heaping teaspoon cocoa
a pinch of salt
250 gr all purpous flour
 
Heat the iron on a medium flame. Meanwhile, mix all the ingredients for the ferratelle, put the flour in for last. Lightly oil the surface of the iron (I use a silicone pastry brush) and put a teaspoonful of batter inside. Close the iron and cook on both sides. The tradition here in Abruzzo, says that for each side you should say a “Hail Mary”. Gently take the ferratella off the iron and continue cooking the others.
 
For the filling
 
marshmallows
Nutella
 
Take 1 ferratella and spread some Nutella on top. Set aside. Heat 2 marshmallows on a barbecue or on the flame of your stove (you can also melt the candy in the oven). They should melt slightly and get a bit burnt on the edges. Put the hot marshmallows on another ferratella and make a “sandwich” with the other one with Nutella. Enjoy!!
 
 
CONSIGLIA Coniglio con fave e patate