Monthly Archives

novembre 2014

RISOTTO CON VERZA, SALSICCIA E NOCCIOLE

Buongiorno cari amici! Avendo ancora qualche bella verza nell’orto, ne stiamo facendo delle scorpacciate. Per fortuna, quest’ortaggio piace tantissimo a tutti i miei famigliari, quindi non ho difficoltà a proporlo frequentemente. La ricetta di oggi, nasce da un ricordo della mia infanzia. Mia madre preparava degli involtini di verza, ripieni di riso e carne macinata, che erano deliziosi ed erano anche un piatto unico sfizioso! Chissà perché ha smesso di farli…Ieri avevo della verza lessata e avevamo tutti voglia di un risotto. Due più due fa sempre quattro a casa mia e così ho preparato un risotto veloce, nutriente e davvero buono! Mio figlio se l’è persino riscaldato oggi a pranzo!
RISOTTO CON VERZA, SALSICCIA E NOCCIOLE
Print
  1. 12 cucchiai di riso Carnaroli o Arborio (io calcolo 4 cucchiai per commensale)
  2. 1/2 verza già lessata e tagliata a pezzetti
  3. 2 salsicce sbriciolate
  4. uno spicchio d'aglio schiacciato
  5. peperoncino
  6. olio e.v.o (circa 5 o 6 cucchiai)
  7. sale
  8. pepe
  9. 3 cucchiai di Grana grattugiato
  10. 3 cucchiai di Emmenthal grattugiato
  11. 30 gr di nocciole tritate
  12. brodo vegetale bollente
  1. In una padella grande, scaldate l'olio, l'aglio e il peperoncino. Quando l'aglio diventa dorato toglietelo e aggiungete la salsiccia. Cuocetela bene e poi unite la verza. Fate insaporire per qualche minuto e mettete del sale se necessario. Aggiungete il riso, fatelo tostare e poi aggiungete brodo vegetale sufficiente a coprire tutto. Terminate la cottura del risotto, aggiungendo ancora del brodo se necessario. A cottura ultimata, spegnete il fuoco, aggiungete il mix di formaggi e aggiustate di sale e di pepe. Prima di servire, unite le nocciole, mescolate il risotto e servite caldo.
unamericanatragliorsi http://www.unamericanatragliorsi.com/
 
 
Good morning my friends! We still hava a few Savoy Cabbages in our garden so we are eating a lot of this vegetable lately. Fortunately, all the members of my family love cabbage, so it’s not a problem if I serve it often. The recipe I’m giving you today was inspired by childhood memories…My mother used to make delicious cabbage rolls, filled with rice and ground meat. They were a perfect single course. I wonder why she hasn’t made this dish anymore…However, yesterday I had some boiled cabbage and we all wanted risotto for lunch. Around here, two plus two is always four, so I ended up making this wonderful dish. It was so good that my son reheated the leftovers and ate them too!
RISOTTO WITH SAVOY CABBAGE, SAUSAGE AND HAZELNUTS
Print
  1. 12 tbsp Carnaroli or Arborio rice (I consider 4 tbsp per person)
  2. 1/2 cabbage, boiled and chopped
  3. 2 sausages, crumbled
  4. a clove of garlic, slightly smashed
  5. red hot pepper
  6. extra virgin olive oil (about 5 or 6 tbsp)
  7. salt
  8. pepper
  9. 3 tbsp grated Grana or Parmigiano
  10. 3 tbsp grated Emmenthal
  11. 30 gr chopped hazelnuts
  12. hot vegetable broth
  1. In a wide pan, heat the oil with the garlic and the red hot pepper. When the garlic is golden, take it out of the pan and add the crumbled sausage. Let it cook well and add the chopped cabbage. Saute for a few minutes and add salt if necessary. Pour in the rice, toast it and then completely cover with some hot broth. Cook the rice, adding more broth if necessary. When the rice is tender, turn off the heat and add the cheese. Flavor the risotto with some salt and pepper if necessary, and just before serving, mix in the chopped hazelnuts. Serve hot.
unamericanatragliorsi http://www.unamericanatragliorsi.com/

 

CHOCOLATE CHIP AND PUMPKIN CUPCAKES…FOR NICHOLAS

Buongiorno cari amici! Oggi è il compleanno del mio nipotino Nicholas, che compie cinque anni…già cinque anni!! Sembra ieri che aspettavamo, trepidanti, il suo ingresso nel mondo…è stata una gioia immensa per tutti noi! Nicholas è un bambino dolcissimo e vive negli Stati Uniti, quindi non riesco a coccolarlo come vorrei, ne ad abbracciarlo spesso per esprimergli tutto il mio amore…Dovete sapere amici, che io sono una coccolona, una che abbraccia ed esprime l’affetto anche fisicamente. Mi manca tantissimo, manca a tutti noi…Se vivessimo vicini, la sua zia Mary gli avrebbe di sicuro preparato un dolcetto per il suo compleanno, come fa con tutti i suoi cari. Purtroppo siamo lontani…ma la sua zia Mary un dolcetto glielo vuole offrire lo stesso, anche se virtualmente! Auguri bello di zia…ti voglio un mondo di bene!!
 
 
Cupcakes alla zucca e gocce di cioccolato (per 12 tortine)
 
1 uovo intero
100 gr di burro fuso e freddo
1 cucchiaio abbondante di yogurt greco al naturale
1/2 bicchiere di purea di zucca cotta
1/2 bicchiere di zucchero di canna
un pizzico di sale
1 bicchiere e 1/2 di farina
un bel pizzico di cannella in polvere
2 cucchiaini di lievito per dolci
una manciata di gocce di cioccolato
 
 
Preparate le vostre teglie da muffins. Potete imburrarle e infarinarle oppure potete inserire dei pirottini di carta in ciascun buco.
Mettete tutti gli ingredienti liquidi in una ciotola e mescolateli con una frusta a mano oppure un cucchiaio di legno. Aggiungete lo zucchero, mescolate e poi unite gli altri ingredienti secchi, le gocce di cioccolato per ultimo. Mescolate giusto il necessario per amalgamare tutto, senza insistere troppo. Inserite una cucchiaiata d’impasto in ogni buco. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti.
 
 
Potete decorare le vostre tortine con un frosting goloso e delicato.
 
Frosting alla zucca
 
250 gr di mascarpone
2 cucchiai di purea di zucca
3 cucchiai di zucchero a velo
 
Montate tutto insieme fino ad ottenere un composto denso e cremoso (simile alla panna montata). Con una sac à poche, decorate le vostre tortine a piacere!
 
Nota: Io ho preparato dei “bottoni di cioccolato” per dare un tocco allegro alle tortine. Presto metterò la ricetta sul blog!
 
 
 
Good morning my friends! Today is my dear nephew’s birthday! Nicholas is now five years old…wow he’s already five!! It seems like yesterday when we were awaiting his arrival…We were  so excited and he is such a joy for all the family! Nicholas is a sweetie and he lives in the USA, so I can’t cuddle him like I would like to, and I can’t hug him very often…You guys must know that I am a very physical person. I love hugging my dear ones, just to express all my love. I miss Nicholas so much, we all do! If we lived near eachother, I would surely make him a sweet treat for his birthday…that’s what I do for all my loved ones. Unfortunately, we live far apart. Nevertheless, I want to offer a goody to my wonderful nephew, even if it is only a virtual image! Happy birthday my handsome big boy…I love you honey!
 
Chocolate chip pumpkin cupcakes (12 standard sized)
 
1 egg
100 gr melted butter, cooled
1 heaping tbsp Greek yogurt
1/2 cup pumpkin puree
1/2 cup brown sugar
a pinch of salt
1 1/2 cup all purpous flour
a big pinch of cinnamon
2 teaspoons baking powder
a handful of chocolate chips
 
 
Prepare the muffin tins. Butter them or line them with paper cupcake liners. Roughly mix all the liquid ingredients in a bowl. Add the sugar, mix and then add the rest of the dry ingredients. Put the chocolate chips in for last. Mix just enough to hold the batter together. Don’t overmix. Put a heaping tablespoonful of batter in each muffin cup. Bake in a preheated 180° C oven for 20 minutes.
 
You can decorate the cupcakes with a simple and very delicate frosting.
 
Pumpkin frosting
 
250 gr mascarpone
2 tbsp pumpkin puree
3 tbsp confectioner’s sugar
 
Whip all the ingredients together until you obtain a creamy frosting consistency. Decorate your cupcakes as you prefer!
 
 
Note: I made some chocolate candy for my cupcakes, just to give them a festive look! Soon the recipe will be on the blog.
 

 

CHOCOLATE AND PEAR TART

Buongiorno amici, spero che abbiate trascorso un sereno weekend. Non sono riuscita a combinare granché…avrei voluto fare molto, invece ho fatto pochissimo. Purtroppo, sono stata per due giorni senz’acqua, a causa di una rottura del motorino dell’autoclave! Ma come facevano le nostre nonne che andavano alla fontana del paese a prendere l’acqua?! Mio marito ricorda molto bene quando era comunissimo vedere le signore con le “conche” in testa, piene d’acqua…era un andirivieni alle varie fontane per approvvigionarsi il bene più prezioso! Ora, apriamo il rubinetto et voilà l’acqua…e quando manca per qualche motivo si va nel panico!! Comunque, il problema è stato risolto e, per fortuna sono riuscita a preparare un dolcetto per il pranzo della domenica. E’ un dolce dal sapore particolare, che a me e a mio figlio è piaciuto moltissimo. Ho riempito un guscio croccante di pasta frolla con una confettura di pere e cioccolato che avevo preparato qualche giorno fa. Se siete amanti del cioccolato fondente “buono” e vi piacciono le pere, questa tart  risponderà di certo ai vostri gusti! Ah…la farina di cocco dona un tocco esotico che non guasta mai!

Crostata con confettura di cioccolato e pere
 
Per la confettura ciocco-pera (io ho ottenuto 2 barattoli da 400 gr ca.)
 
1 kg di pere al netto degli scarti (io ho lasciato la buccia e ho usato le pere Williams)
300 gr di zucchero
1 cucchiaino di cannella
150 gr di cioccolato fondente (io ho usato uno al 72% di cacao)
 
Tagliate le pere a tocchetti e mettetele a macerare con lo zucchero e la cannella per un paio di ore. Cuocetele finchè non sono tenere (circa 10 minuti). Aggiungete il cioccolato spezzettato, girate e quando è completamente sciolto, frullate con il minipimer. Fate raffreddare completamente poi riportate a bollore la confettura e fatela cuocere per 20 minuti. Invasate i barattoli con la confettura bollente e chiudete con i tappi. Mettete i barattoli in una pentola capiente, ricoprite d’acqua e portate a bollore. Fate sobbollire per 20 minuti, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare i vasetti direttamente nell’acqua. Io sterilizzo sempre le mie confetture, perché si conservano molto più a lungo e si evita il rischio di botulino e di muffe. Lasciate riposare per un paio di giorni prima di utilizzare la conserva per le crostate.
 
 
Per la pasta frolla:
 
250 gr di farina
125 gr di burro freddo di frigo
100 gr di zucchero
2 tuorli
un pizzico di sale
la buccia di 1/2 limone grattugiata
1 cucchiaino di lievito per dolci
 
Impastate velocemente il burro con lo zucchero, il sale e la buccia di limone (io metto tutto nel robot). Aggiungete i tuorli e poi la farina e il lievito. Impastate, formate un panetto, appiattitelo e avvolgetelo nella pellicola. Tenete in frigo per almeno un ora. Trascorso il riposo in frigo, riprendete il panetto e stendetelo con il mattarello. Foderate una teglia per crostate e riempite il guscio con la confettura ciocco-pera. Decorate a piacere con gli avanzi di pasta frolla e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa mezz’ora. Prima di servire, spolverizzate con un po’ di farina di cocco.
 
 
Good morning my friends, I hope you had a pleasant weekend. I didn’t get a lot done…I wanted to do a lot, but I did very little. Unfortunately, I didn’t have any water in my home for two days because my water pump broke! I wonder how our grandmothers were able get through those times when there wasn’t any water in their houses and they had to get it from the village fountains…My husband remembers seeing plenty of women with copper basins on their heads, as they busily got the precious liquid for their families from the many fountains in our hometown. Those were hard times…Today, we just open the tap, and there you are…you’ve got water! When something goes wrong, we all panic!! Anyway, my water pump was repaired, and I was even able to make a dessert for our Sunday lunch. My son and I loved this tart. I filled a shorbread crust with a pear and chocolate jam that I made a few days ago. If you are among those who appreciate bitter chocolate, you will find this tart to be delicious!! Oh, by the way, I also added some shredded coconut on top…yummy!!
 
 
Chocolate and pear tart
 
For the chocolate and pear jam (I obtained 2 jars of jam and a little for some pancakes)
 
1 kg pears, cored but with skins
300 gr sugar
1 teaspoon cinnamon
150 gr bitter chocolate, chopped (I used chocolate with 72% cocoa)
 
Chop the pears and put them in a bowl with the sugar and the cinnamon. Let them marinate for at least 2 hours, then cook until tender (about 10 minutes). Add the chopped chocolate and stir until it melts. Blend the mixture and let cool completely. When the jam is cold, reheat it and bring to a boil. Cook for about 20 minutes. Fill jars while the jam is still hot. Put the lids on and then put the jars in a pot, cover with water and boil for 20 minutes. Once it starts to boil, lower the heat and keep the water to a simmer. Let cool in the hot water bath. This step is very important when making jams, because it permits us to preserve them for a long time without the risk of botulism. Let the jam set for a couple days and then use for your tarts.
 
For the shortbread crust:
 
250 gr all purpous flour
125 gr butter, cold
100 gr sugar
2 egg yolks
a pinch of salt
la zest of 1/2 lemon
1 teaspoon baking powder
 
In a food processor (you can do it with your fingers too) put the butter, the sugar, the salt and the lemon zest and blend until you get a crumbly mixture. Add the flour and the baking powder and blend again until you obtain a ball. Quickly knead the ball with your hands, then pat it down and cover with some plastic wrap. Put into the fridge for at least an hour. After that, roll your shortbread out to fit your tart pan. Insert it snugly into your pan and fill with the chocolate-pear jam. With the remaining shortbread, make some nice decorations for the top of the tart and bake in a preheated 180° oven for about 30 minutes. Let cool completely and, if you like, sprinkle with a little shredded coconut before serving.

MINESTRA DI CECI, PATATE E FUNGHI PORCINI, CON PASTA SPEZZATA

Buonasera amici, spero che stiate tutti bene! Il piatto che vi propongo oggi è stato il mio pranzo. Niente di nuovo sotto il sole, direte voi (a dir la verità, da me piove!)…una semplice minestra di ceci. Ma in un giorno uggioso, grigio e pure freddino, cosa c’è di meglio di una semplice minestra? Durante la stagione più fredda la preparo spessissimo, almeno tre volte a settimana, e soprattutto se è coi legumi, trovo che risolva il pasto, costituendo tranquillamente primo e secondo. Avevo un pacchettino di funghi porcini secchi e ho deciso di aggiungere anche quelli, per conferire una nota di terra, autunnale e profumata. Oltre ad essere buonissima, questa zuppa si prepara in mezz’ora e da il suo meglio con gli spaghetti spezzati, usati spessissimo da mia nonna…Provatela!
 
 
Minestra di ceci, patate e funghi porcini (per 4/5 persone)
 
500 gr di ceci lessati
3 patate medie tagliate a tocchetti
20 gr di funghi porcini secchi
uno spicchio d’aglio schiacciato
peperoncino
rosmarino
olio e.v.o
un cucchiaio abbondante di concentrato di pomodoro (oppure 1/2 bicchiere di passata)
sale
acqua calda q.b
300 gr di spaghetti spezzati
 
 
Sciaquate i funghi secchi sotto l’acqua corrente e metteteli a bagno con un po’ di acqua calda. In una pentola dai bordi alti soffriggete l’aglio e il peperoncino con un po’ di olio e.v.o. Aggiungete il concentrato di pomodoro e diluite con dell’acqua calda. Fate cuocere 3 o 4 minuti e aggiungete i ceci e le patate. Stufate per qualche minuto, girando spesso, poi aggiungete acqua calda fino a ricoprire a filo e fate bollire a fiamma bassa finché le patate non sono morbide. Scolate e strizzate i funghi, tagliateli a pezzetti e aggiungeteli al sughetto di ceci e patate, lasciandoli cuocere qualche minuto. A questo punto mettete anche il rosmarino e spegnete il fuoco. Mettete a bollire l’acqua per la pasta. Quando bolle, versate del sale e la pasta spezzata. Nel frattempo, riportate a bollore anche la minestra. Cuocete la pasta per metà del tempo necessario, scolatela e versatela nella minestra. Conservate un po’ dell’acqua di cottura della pasta. Terminate la cottura della minestra e se necessario, aggiungete un po’ dell’acqua conservata per ottenere la consistenza desiderata.
 
 
Hello my friends, hope you’re all fine! I made this recipe for today’s lunch. You’re probably thinking that a simple soup is nothing special…just everyday food. But when the weather is grey, rainy and even rather chilly, what could warm you up better than a simple soup? During the colder months, I make soups very often, at least three times a week. I love putting legumes in them, because they are so healthy and full of protein and they complete the meal. I had a package of dried porcini mushrooms, so I added them to my soup giving it an earthy and very autumnal character! This dish is best served with broken spaghetti…my grandmother used to do that! Hope you give this hearty soup a try!
 
 
Soup with chickpeas, potatoes and porcini mushrooms (serves 4 or 5)
 
500 gr cooked chickpeas
3 medium potatoes, chopped into small pieces
20 gr dried porcini mushrooms
a clove of garlic, crushed
red hot pepper
rosemary
extra virgin olive oil
a heaping tbsp of tomato paste (or 1/2 cup tomato sauce)
salt
hot water to need
300 gr broken spaghetti
 
 
Start by washing the mushrooms, then cover them with hot water and let them get soft. In a pot, put some evo oil, the garlic and the red hot pepper and saute. Add the tomato paste, a little hot water and let simmer for 3 or 4 minutes. Add the chickpeas and the potatoes and cook for a few minutes, stirring often. Pour in enough hot water just to cover the legumes and the potatoes and simmer until the potatoes are tender. Drain the mushrooms, chop, add to the soup and cook for a few minutes. Flavor the soup with some rosmary and turn off the flame. Put some water to boil for the pasta. When it boils, add some salt and the broken spaghetti. Whilst, start heating the soup again. Cook the spaghetti for half the time on the package, drain it and add it to the boiling soup. Reserve some of the water you cooked the pasta in. Finish cooking the soup and if necessary, add some of the water until you reach the desired consistency. Serve hot
CONSIGLIA Frittata di zucchine