PEACHES AND CREAM VEGAN CAKE

IMG_3552E’ bello tornare tra voi amici! Spero che abbiate trascorso dei bei momenti di relax e di spensieratezza. Io ho trascorso buona parte del mese di agosto dedicandomi ai “miei” ragazzi e alle immancabili lezioni d’inglese. Mi piace tanto lavorare con i fanciulli e con i giovani, mi gratifica, regalandomi la sensazione d’aver “inciso” in qualche modo, nella loro vita. Quest’anno, come del resto tutti gli anni in quest’ultima decade, alcuni dei ragazzi che hanno giocato con me e con la lingua inglese già nella scuola materna, si avviano a partire per l’università. Affetto e tenerezza…questi sono i sentimenti che mi accompagnano guardandoli spiccare il volo. E’ bellissimo quando ci incontriamo in paese. Il nostro legame non si è mai spezzato…Pervasa da questa vena di nostalgia, voglio offrirvi un dolcetto vintage e romantico ma rivisitato in chiave animal friendly. Quella che vi presento oggi è una squisita versione vegan della classica “peaches and cream cake”. Nessuno si accorgerà che è un dolce senza uova, burro e latte. E’ talmente delizioso che tutti vi chiederanno il bis!

Serena settimana e a presto!

PEACHES AND CREAM CAKE
Print
  1. PER IL PAN DI SPAGNA VEGAN ALL'ACQUA
  2. 150 gr di zucchero
  3. 6 cucchiai di olio si semi di girasole
  4. 1 cucchiaio di aceto bianco
  5. 250 ml di acqua a temperatura ambiente
  6. 250 gr di farina
  7. una bustina di lievito per dolci
  8. PER LA CREAMA PASTICCERA VEGAN
  9. 400 ml di latte vegetale (io ho usato quello di soia)
  10. 70 gr di farina
  11. 2 cucchiai di zucchero di canna integrale
  12. un cucchiaio di olio di semi di girasole
  13. un pizzico di curcuma o zafferano (facoltativo)
  14. 2 cucchiai di sciroppo d'acero
  15. PER COMPLETARE
  16. pesche sciroppate (un barattolo piccolo)
  17. panna di soia da montare
  1. Preparate il pandispagna. Montate lo zucchero e l'olio con le fruste elettriche per qualche minuto. Aggiungete l'acqua e l'aceto, mescolate e poi aggiungete la farina setacciata con il lievito. Mescolate delicatamente, fino ad amalgamare completamente gli ingredienti. Versate in una teglia imburrata e infarinata (oppure foderata di carta forno) e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 35 minuti.
  2. Preparate la crema pasticcera. Mettete il latte vegetale a scaldare su fiammo dolcissima. Intanto mescolate la farina, lo zucchero, l'olio ed eventualmente il curcuma. Prelevate qualche cucchaio di latte dal pentolino e aggiungetelo al composto di farina e zucchero. Mescolate e aggiugete abbastanza latte per ottenere una cremina. Quando il latte sta per raggiungere il bollore, unite la cremina, mescolate con una frusta a mano, fino a quando non avrete ottenuto una consistenza simile a quella della classica crema pasticcera. Togliete dal fuoco e fate raffreddare. Quando la crema è fredda, aggiungete lo sciroppo d'acero. Prendete le pesche sciroppate e tagliatele a dadini piccoli. Lasciate una mezza pesca per la decorazione della torta. Amalgamate i dadini di pesca alla crema pasticcera fredda e mettete da parte.
  3. Dividete a metà la torta fredda. Bagnate le due metà con un pochino di sciroppo delle pesche. Distribuite sulla base della torta la crema pasticcera e ricoprite con la metà superiore. Montate la panna di soia e spalmatela sulla torta. Decorate con qualche fettina di pesca sciroppata e divorate!
  1. Poiché la torta è priva di uova, rimane piuttosto chiara con la cottura. Se la volete più dorata, lasciatela altri 5 minuti in forno. Usate uno stampo da 22/24cm così avrete una torta abbastanza alta da poter essere farcita.
unamericanatragliorsi https://www.unamericanatragliorsi.com/
 IMG_3558

IMG_3567It’s nice to be back friends! Hope you all had a relaxing and carefree month…mine was quite busy. I spent most of August giving English lessons to “my” kids…I love working with children and young people, I find it to be very gratifying. It gives me the feeling that, in some way, I have influenced their lives. This year, as every year for the past decade, many of the teenagers who started learning English with me in Kindergarten, are moving on to university. Tenderness and affection…these are the emotions that I feel watching them become adults. It is wonderful when we meet in town. Our bond has never been broken…Pervaded by nostalgia, I wish to offer you an old fashioned and romantic sweet. This is a delicious, animal friendly, version of the classic “peaches and cream” cake. Nobody will ever notice that this cake is vegan. They will just ask you for another slice!

A pleasant week to all!

PEACHES AND CREAM VEGAN CAKE
Print
  1. FOR THE VEGAN SPONGE CAKE
  2. 150 gr sugar
  3. 6 tbsp vegetable oil
  4. 1 tbsp white vinegar
  5. 250 ml water, room temperature
  6. 250 gr flour
  7. 1 heaping tbsp baking powder (16gr)
  8. FOR THE VEGAN CUSTARD
  9. 400ml vegetable milk
  10. 70 gr flour
  11. 2 tbsp brown sugar
  12. 1 tbsp vegetable oil
  13. a pinch of tumeric or saffron (optional)
  14. 2 tbsp maple syrup
  15. TO COMPLETE THE CAKE
  16. a small can of peaches in syrup
  17. vegetable whipping cream (mine was soymilk)
  1. Make the cake. Beat the sugar with the oil for a few minutes, with an electric mixer. Add the water and the vinegar and stir, then add the flour along with the baking powder. Mix gently, just enough to blend the ingredients. Pour the batter in a prepared cake pan and bake in a preheated, 180°C oven for about 35 minutes.
  2. Make the vegan custard. Put the vegetable milk in a small pot and heat on a very low flame. Meanwhile, whisk together the flour, the sugar, the oil and the tumeric(or saffron) if using. Add a few tbsps of the warming milk, just enough to obtain a creamy mixture. When the milk is coming to a boil, pour in the creamy mixture, and whisk by hand until you get a custard consistency. Let cool completely and then stir in the maple syrup. Chop the peaches into small pieces but make sure to leave about 1/2 peach for decorating. Add the peach bites to the custard.
  3. Devide the cooled cake in half and moisten both halves with a few tbsps of the peach syrup. Don't drench. Spread the peach custard on the botton half of the cake. Top delicately with the other half. Whip the vegetable cream and spread on top of the cake. Decorate with some peach slices and devour!
  1. The cake will not be too golden because of the absence of eggs in the batter. However, if you want it to colour a bit more, bake for an additional 5 minutes. Bake in a pan with a diameter of 22/24cm, so you will obtain a cake that is tall enough to be devided and filled with custard.
unamericanatragliorsi https://www.unamericanatragliorsi.com/
IMG_3564

 

Previous Post Next Post

28 Comments

  • Reply Giulia settembre 7, 2015 at 3:18 am

    Bentornata cara Mary: e che ritorno in stile tesò. Che tentazione questa torta bellissima, che fatta da te è buona anche in versione vegana.
    La pesca è un frutto a cui non so resistere: fresche, grigliate, sciroppate, a confettura, dentro le pies ed i cobblers, sono una vera e propria delizia. Non vedo l’ora che arrivi Pasqua 2016 cara Mary … mi farò una scorpacciata dei tuoi deliziosi dolci senza aver rimorsi alcuni. Un bacione grandissimo da me tesoro.

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 7, 2015 at 9:58 pm

      Giulia, questo è uno dei dolci che ho preparato in occasione della festa di compleanno di Ethan. Tu sai quanto possa essere “fastidioso” il nostro vegano di casa, così ho pensato di accontentarlo con questa torta. Credimi era squisita…qualcuno l’ha addirittura preferita ai dolci tradizionali! Anch’io amo la pesca e ne sto approfittando ancora…oggi ho preparato della confettura. Non vedo l’ora neanch’io tesoro, di abbracciarvi forte, soprattutto il mio nipotino dolcissimo! Grazie di cuore Giulietta…Baci, Mary

  • Reply notedicioccolato settembre 7, 2015 at 7:02 am

    bentornata mary, sono felice che hai passato una bella estate 🙂
    che goloso rientro, questa torta fresca e cremosa invoglia decisamente a prendere piattinoe forchetta.
    un abbraccio, buona settimana

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 7, 2015 at 10:00 pm

      Grazie mille Federica! Se ti è venuta voglia di questa torta…allora sono riuscita nel mio intento!! Bacioni, Mary

  • Reply edvige settembre 7, 2015 at 8:42 am

    Deve essere molto buona anche per i non vegani ma devo glissare dolci mi sono intedetti. Bentornata e buona giornata nonche buon inizio settimana. Un abbraccio.

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 7, 2015 at 10:02 pm

      Era davvero buonissima Edvige! Grazie di cuore carissima…Un abbraccio anche a te, Mary

  • Reply Laura settembre 7, 2015 at 12:13 pm

    Bentornata cara Mary ,
    Che bello sentire la passione che trasmetti e l’affetto con cui racconti delle tue lezioni d’inglese… Peccato siamo così lontane, altrimenti mio figlio verrebbe volentierissimo a perfezionare il suo inglese da te!
    Rientri in grande stile, la tua ricetta me la sono subito segnata …. Un dolce goloso ma sano allo stesso tempo: perfetto per il rientro dalle vacanze e dai suoi “stravizi”!!!!
    Un abbraccio e a presto
    Laura

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 7, 2015 at 10:08 pm

      Che carina che sei Laura! Mi piace tantissimo lavorare con i ragazzi, davvero. Si possono creare dei legami molto forti…Ti ringrazio tanto per il tuo affetto e la tua presenza! Un abbraccio anche a te, Mary

  • Reply Valentina settembre 7, 2015 at 12:22 pm

    che bella presentazione della torta e che belle parole hai usato per la tua estate!

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 7, 2015 at 10:10 pm

      Ciao Valentina, ben ritrovata! Grazie mille per la tua gentilezza…Baci, Mary

  • Reply Lilli nel paese delle stoviglie settembre 7, 2015 at 12:29 pm

    Ciao mary, bentornata, che bella estate che hai trascorso, capisco il legame di cui parli, fino a poco tempo fa facevo l’educatrice! proprio ieri ho preso un libro per realizzare dolci salutari, vegani, per intolleranti, ecc….voglio sperimentare un po’, mi segno la tua torta! grazie, un bacione!

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 7, 2015 at 10:14 pm

      Avere la possibilità di lavorare con i ragazzi è un vero privilegio Lilli, o almeno io la penso così. Ti posso dire che da quando mio fratello è diventato vegano, ho fatto tantissimi dolci per lui, inizialmente con tanti pregiudizi…Mi sono ricreduta però. Si possono preparare pietanze deliziose anche senza uova, burro e latte. Buona sperimentazione cara e grazie mille! Un bacio, Mary

  • Reply SABRINA RABBIA settembre 7, 2015 at 2:45 pm

    bentornata tra noi carissima!!!!!Ultimamente e’ anche mia abitudine preparare dolci senza uova latte e burro, sono piu’ leggere e nessuno se ne accorge, proprio come dici tu.Davvero chic il tuo dolce, mi piace molto. Che bella la decorazione con le pesche, bravissima!!!!Baci Sabry

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 7, 2015 at 10:17 pm

      Grazie di cuore Sabrina! Sono davvero felice che ti sia piaciuta la mia torta! Bacio grande, Mary

  • Reply tizi settembre 7, 2015 at 3:05 pm

    Questa torta ha dei colori fantastici Mary… bentornata a te e alle tue ricette, sempre golosissime 😉
    Baci!

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 7, 2015 at 10:17 pm

      Sei gentilissima Tiziana…Grazie davvero! Ti invio un mega abbraccio, Mary

  • Reply Vanessa settembre 8, 2015 at 8:16 am

    E come sono fortunati quei ragazzi ad averti incontrata sulla loro strada! Questo dolce vegan ha un aspetto meraviglioso! Lo voglio provare! Buona giornata!

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 8, 2015 at 8:17 am

      Ed io sono stata fortunata ad incontrare te Vanessa! Grazie di cuore, Mary

  • Reply Fr@ settembre 8, 2015 at 3:41 pm

    Bella, semplice, buona e salutare. Cosa si può chiedere di più?!

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 8, 2015 at 7:10 pm

      Ciao Francesca! Grazie per essere passata da me e per le parole gentili! A presto, Mary

  • Reply Anna Rita settembre 8, 2015 at 10:33 pm

    Sei tornata con eleganza , raffinatezza e quella leggerezza che non guasta mai. Adoro questi dolci così romantici…eppur deliziosi!
    Bentornata Mery!
    Un abbraccio,
    Anna

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 9, 2015 at 7:47 am

      Io amo tutto ciò che è romantico Annina…cibo incluso! Grazie mille e un abbraccio anche a te dolcezza…Mary

  • Reply vale settembre 10, 2015 at 9:30 pm

    tutti questi senza.. e chi l’avrebbe mai detto? sembra una torta super caloriche e invece!! e poi adoro come hai spalmato la crema sopra.. è una torta davvero bella e raffinata! un bacio <3

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 10, 2015 at 10:37 pm

      Grazie mille Vale cara, sei carinissima! Un abbraccio, Mary

  • Reply Melania settembre 10, 2015 at 10:25 pm

    Che bello leggerti. Bentornata a te mia cara Mary. C’è una quiete tra queste righe che sembra di sentirla ancora adesso. Tutte le tue sensazioni, l’affetto, le ore trascorse ad insegnare. Che bello immaginarti anche in queste vesti. Perché in fondo prima di esser ciò che siamo qui, cucina e fornelli, dietro c’è tanto altro. Mi piace questo tuo dolce, un po’ sa di fine estate, di ricordi chiusi in una piccola scatola.
    Un abbraccio cara.

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 10, 2015 at 10:45 pm

      E’ proprio vero Melania, dietro ai nostri blog ci siamo noi, persone vere, con emozioni e sentimenti. Forse questa è la parte che più mi piace, conoscere “l’altro”, entrare in contatto…Le tue parole mi riempiono il cuore e sono felice di regalare un po’ di me insieme alle mie ricette. Grazie davvero! Un bacio, Mary

  • Reply attimididolcezza settembre 13, 2015 at 5:12 pm

    ..ed è bellissimo per noi rileggerti carissima.. <3
    Complimenti per questa delizia,che so verrà utilissima a molti!!!Bravissima sempre.. :-))
    Bacioni a presto <3

    • Reply unamericanatragliorsi settembre 13, 2015 at 5:30 pm

      Grazie di cuore dolcissima Daiana! Ti invio un grande, grandissimo abbraccio, Mary

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Linguine con gamberoni e cognac