STRUDEL DI MELE

la ricetta dello strudel di mele Buongiorno a tutti e ben ritrovati! Dopo un paio di settimane di assenza dalla mia casetta virtuale, arrivo con un post che mi sta molto a cuore, perché frutto di una bellissima collaborazione con due care amiche, Miria di  Due amiche in cucina e Simona di Pensieri e pasticci, blogger straordinarie che stimo tantissimo! E’ un onore poter lavorare con loro e sono felicissima di far parte del progetto “Il giro del mondo con i dolci alle mele”! Attraverso questo progetto, vogliamo sperimentare e far conoscere a voi amiche ed amici che ci seguite, i dolci alle mele presenti nel mondo. Spazieremo tra i vari continenti, per gustare insieme a voi torte e dolcetti vari fatti con il frutto più amato da sempre! Il cibo secondo me, è anche un mezzo per comunicare emozioni e sentimenti. Attraverso il cibo conosciamo popoli, tradizioni e usanze. Spesso riusciamo a cogliere l’essenza di un luogo e della sua gente, con questo linguaggio non verbale universale e comprensibile da tutti. Seguiteci in questo viaggio interessante e goloso, con tappe mensili, per conoscere tante delizie fatte con le mele!

In questo primo mese, io vi porterò nel Mitteleuropa con lo Strudel di Mele, mentre Miria vi porterà in Inghilterra con il suo Crumble e Simona vi accompagnerà in Francia con il ClafoutisLo Strudel di Mele è un dolce molto apprezzato e conosciuto, diffuso in Europa centrale e nel nord dell’Italia con piccole differenze. Discendente del Baklava turco, lo Strudel ha diverse varianti  a seconda dei luoghi. Può essere fatto con la pasta sfoglia, la pasta matta oppure con la pasta frolla. Il ripieno più classico è con le mele, i pinoli e l’uvetta, ma viene preparato anche con tanti altri ripieni, ugualmente gustosi! Ora vi lascio la mia versione dello Strudel di Mele, da gustare con un bel tè caldo, possibilmente in buona compagnia!

Serena vita a tutti e alla prossima ricetta,

Mary

la ricetta dello strudel di mele

Prepariamo lo Strudel di Mele

Delizioso dolce dal guscio friabile e dal ripieno morbido e speziato

STRUDEL DI MELE (per 8 persone)

Per la pasta

300 g farina

1 uovo

30 g zucchero

50 g burro morbido + un pochino per spennellare 

una tazzina da caffè di latte

un pizzico di sale

1/2 cucchiaino lievito per dolci

Per il ripieno

1 kg di mele

3 cucchiai zucchero

il succo e la buccia grattugiata di 1/2 limone

1 cucchiaino di cannella

2 cucchiai di confettura chiara (per es. albicocca)

50 g nocciole tritate

pangrattato q.b

Per guarnire

zucchero a velo

Procedimento

Impastate velocemente la farina, l’uovo, lo zucchero, i 50 g di burro, il latte, il sale e il lievito come per una frolla. Fate un panetto, appiattitelo e ricopritelo con la pellicola per alimenti, poi mettetelo in frigo per 30 minuti.

Nel frattempo sbucciate e affettate sottilmente le mele. Mettete le fettine in una ciotola e condite con lo zucchero, la buccia e il succo di limone, la cannella, la confettura e le nocciole. Mescolate e lasciate riposare.

Riprendete il panetto e stendetelo sottilmente sopra un foglio di carta forno. Pennellate la superficie con un pochino di burro morbido e spolverizzate con del pangrattato. Ricoprite la superficie con le mele e la marinatura. Lasciate un bordino di un paio di cm tutto intorno. Aiutandovi con la carta forno, arrotolate il dolce. Sigillate bene i bordi. Pennellate con un altro pochino di burro morbido e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 35 – 45 minuti o fino a leggera doratura dello strudel. 

Servite spolverizzato con un po’ di zucchero a velo.

Note

Se vi piacciono, aggiungete 2 cucchiai di uvetta ammollata al ripieno dello strudel. Al posto delle nocciole, potete usare mandorle, pinoli oppure noci. 

Potete servire il dolce semplicemente da solo oppure potete accompagnare lo Strudel di Mele con della panna semimontata o con del gelato alla vaniglia. 

(ricetta ispirata dal libro “Mele e torte di mele” di Lorena Fiorini)

English version

Good morning everyone, and welcome back! After a couple of weeks of absence from my virtual home, today I’m here with a post that is very heartwarming to me, because it is the result of a beautiful collaboration with two friends, Miria Onesta of Due amiche in cucina and Simona Milani of Pensieri e pasticci, extraordinary bloggers that I admire so much! It’s an honor to work with them and I’m very happy to be part of the project “Around the world with apple sweets”! Through this project, we want to experiment and make known to you, friends and followers, the most famous apple sweets in the world. We will range among the various continents, to enjoy various cakes and sweets made with the most loved fruit ever! According to me, food is a means to communicate emotions and feelings. Through food we get to know people, traditions and customs and always through food, we can grasp the essence of a place and its population, with a non-verbal, universal language. Follow us on this interesting and delicious journey, with monthly stops, to enjoy with us, the many delicacies made with apples!

In this first month, I will take you to Central Europe with Apple Strudel, Miria will take you to England with her Crumble and Simona will take you to France with Clafoutis! Apple Strudel is a very appreciated and well known sweet treat, widespread in Central Europe and in northern Italy, with small differences. Descending from the Turkish Baklava, Strudel varies slightly from place to place. It can be made with puff pastry or shortcrust pastry. The most classic filling is with apples, pine nuts and raisins, but it is also prepared with many other equally tasty fillings, even savory! So here’s my version of Apple Strudel, to be enjoyed with a cup of hot tea, possibly in good company!

A lovely life to all and see you at my next recipe,

Mary

APPLE STRUDEL  (serves 8)

A delicious sweet treat with a flaky crust and a soft and spicy filling

For the shortcrust

300 g flour

1 egg

30 g sugar

50 g soft butter + a little bit for brushing 

1/4 cup milk

a pinch of salt

1/2 teaspoon baking powder

For the filling

1 kg apples

3 tablespoons sugar

the juice and the zest of 1/2 lemon

1 teaspoon cinnamon

2 tablespoons of light colored jam (like apricot)

50 g chopped hazelnuts

breadcrumbs to need

For garnish

icing sugar

Method

Quickly knead the flour, the egg, the sugar, the 50 g of butter, the milk, the salt and the baking powder as you do when making shortcrust pastry. Make a dough, flatten it and cover it with the plastic wrap, then refrigerate it for 30 minutes.

Meanwhile, peel and slice the apples thinly. Put the slices in a bowl and season with the sugar, the lemon juice and zest, the cinnamon, the jam and the hazelnuts. Stir and let rest.

Take the dough and roll it out on a sheet of parchmnet paper. It should be very thin.  Brush the surface with a little soft butter and sprinkle with breadcrumbs. Cover the surface with apple mixture. Leave a couple of centimetres of space all around. With the help of the parchment paper, roll the Strudel. Seal the edges well. Brush with a little more soft butter and bake in a preheated oven at 180°C  for 35 – 45 minutes or until the strudel is lightly browned. 

Serve sprinkled with a little icing sugar.

Note

If you like, you can add 2 tablespoons of soaked and drained raisins to the strudel filling. Instead of hazelnuts, you can use almonds, pine nuts or walnuts. 

You can serve the apple strudel simple or with semi-whipped cream or vanilla ice cream.

Alla prossima tappa del nostro goloso viaggio!

 

 

 

 

 

 

 

Previous Post Next Post

28 Comments

  • Reply Ely novembre 20, 2018 at 2:12 pm

    Grazie per questo tour virtuale mondiale che ci regalate, so già che sarà il mio tour preferito 🙂 che dire di questo strudel? Favoloso e bono bono!!!

    • Reply unamericanatragliorsi novembre 21, 2018 at 9:59 pm

      Grazie a te Ely, per essere passata a trovarmi e per le tue belle parole! Spero ci seguirai in questo viaggio goloso 😉
      Baci,
      Mary

  • Reply edvige novembre 20, 2018 at 3:35 pm

    Ottimo tour lo strudel avendo poco zucchero è l’unico ok per me. Aspetto il tour buona giornata.

    • Reply unamericanatragliorsi novembre 21, 2018 at 10:01 pm

      Edvige, anch’io sto riducendo al minimo il consumo di zucchero sai? La salute prima di tutto! Hai ragione, lo strudel è poco dolce e ce lo possiamo concedere con meno sensi di colpa. Grazie mille per la tua visita!
      Un abbraccio,
      Mary

  • Reply Miria novembre 20, 2018 at 11:50 pm

    È veramente un piacere per me iniziare questo progetto insieme Mary. Questo strudel è una meraviglia, ne mangerei molto volentieri una fetta, anzi meglio due.
    Un bacio

    Miria

    • Reply unamericanatragliorsi novembre 21, 2018 at 10:02 pm

      Grazie di cuore Miria, è una vera gioia anche per me!
      Bacio grande,
      Mary

  • Reply tizi novembre 21, 2018 at 12:09 pm

    che bontà! questo strudel ha un aspetto delizioso, averne una fetta qui con una bella tazza di thè a fianco sarebbe favoloso… complimenti mary 🙂

    • Reply unamericanatragliorsi novembre 21, 2018 at 10:05 pm

      Grazie mille Tizi, sono felicissima che tu abbia gradito! Metto su il tè cara…
      Un bacione,
      Mary

  • Reply saltandoinpadella novembre 21, 2018 at 5:54 pm

    Non sapevo discendesse dalla Baklava. Molto meglio lo strudel 😉 bellissima idea, complimenti

    • Reply unamericanatragliorsi novembre 21, 2018 at 10:07 pm

      Sono d’accordo con te Elena, molto meglio lo strudel. Il Baklava è troppo dolce per i miei gusti. Grazie di cuore carissima!
      Ti abbraccio forte,
      Mary

  • Reply zia Consu novembre 21, 2018 at 8:18 pm

    Vengo volentieri a fare un giro insieme a voi 🙂 Intanto mi gusto questo strudel e poi corro dalle altre ^_^

    • Reply unamericanatragliorsi novembre 21, 2018 at 10:09 pm

      Che gioia averti a bordo Consu, “viaggiare” in compagnia è molto più bello! Grazie per esserti fermata da me!
      Un bacione tesoro,
      Mary

  • Reply Damiana novembre 22, 2018 at 7:55 am

    Sarà un viaggio bellissimo!Tre Ciceroni a guidarci attraverso un meraviglioso tour melosi.Inizio dal tuo strudel Mary,ti dico solo che la forchettina freme😘Auguri anche qui tesoro😍

    • Reply unamericanatragliorsi novembre 25, 2018 at 9:47 pm

      Damiana, ti ringrazio infinitamente per il tuo affetto, che ricambio di cuore!
      Bacio grande,
      Mary

  • Reply Lisa G novembre 22, 2018 at 10:20 am

    Amo particolarmente lo strudel di mele perché mi ricorda la mia nonna. Il tuo è così bello che è quasi un peccato mangiarlo . Complimenti Mary e un abbraccio grande

    • Reply unamericanatragliorsi novembre 25, 2018 at 9:48 pm

      Lisa, siamo in sintonia…anch’io adoro lo strudel! Grazie di cuore per esserti fermata da me!
      Ricambio il tuo abbraccio,
      Mary

  • Reply Laura De Vincentis novembre 22, 2018 at 11:10 am

    Lo strudel di mele è il mio dolce del cuore. Profuma del mio amato Tirolo. Il tuo è perfetto, di una delicatezza impalpabile e il suo profumo “buca” il monitor. Un abbraccio

    • Reply unamericanatragliorsi novembre 25, 2018 at 9:50 pm

      Ma che carina che sei Laura…le tue parole mi riempiono di gioia! Grazie davvero!
      Baci,
      Mary

  • Reply Simona milani novembre 23, 2018 at 8:03 am

    È con grande gioia che vengo a trovarti per assaggiare una fetta di questa delizia….ed è un immensa gioia anche partecipare insieme a te e Miria a questo bel progetto!!!
    Un grande abbraccio ❤️

    • Reply unamericanatragliorsi novembre 25, 2018 at 9:53 pm

      Anch’io sono strafelice di stare con voi in questo progetto Simo! Sono eccitata come una bambina!
      Ti abbraccio forte amica e grazie di cuore,
      Mary

  • Reply ipasticciditerry novembre 28, 2018 at 2:29 pm

    Mah … io devo essere rimbambita perchè credevo, anzi ne ero proprio convinta, di essere già passata a complimentarmi anche con te, per questa bella iniziativa. Io amo le mele e ho già provato millemila dolci con questo frutto. Quindi sarà un grande piacere seguirvi. Un abbraccio, a presto

    • Reply unamericanatragliorsi dicembre 4, 2018 at 10:47 pm

      Ciao Terry! Ma quale rimbambita, sei una donna in gambissima! Ci sono sempre mille cose da fare, amiche a cui fare visita, saluti da lasciare…Si fa quel che si può. Grazie di cuore carissima, la tua presenza è sempre una gioia per me!
      Baci,
      Mary

  • Reply Silvie / Citronelle and Cardamome dicembre 3, 2018 at 1:57 pm

    My dear friend Mary,
    This looks gorgeous. I can smell it from here. Have a lovely day.

    • Reply unamericanatragliorsi dicembre 4, 2018 at 10:48 pm

      Thank you so much Silvie, I’m so glad you like my strudel!
      Hugs sweetie,
      Mary

  • Reply m4ry dicembre 3, 2018 at 7:05 pm

    E brave! Che bellissima idea Mary! Complimenti a te, Simona e Miria 🙂 Noi non potremo far altro che godere delle vostre proposte. E che cos’è questo strudel? Una poesia! Immagino che ormai sia finito tutto 😉 Ti abbraccio Mary cara ti auguro una buonissima settimana e grazie mille per le splendide parole che hai lasciato sul mio blog. Ultimamente sono un po’ latitante… ma ci sono e passo sempre a trovarti con grandissimo piacere. Sei speciale 🙂

    • Reply unamericanatragliorsi dicembre 4, 2018 at 10:56 pm

      Grazie infinite Mary, sento davvero la tua presenza. Anch’io sono un po’ latitante in questo periodo, ma va bene così. Ora non ce la faccio a stare dietro a troppe cose e quest’anno è stato molto duro per me. Forse sto risentendo ora di tutto ciò che ho passato. Vorrei imparare ad accogliere anche questi periodi difficili, come fossero dei doni che in un modo o in un altro ci arricchiscono. Chissà che un giorno non ci riesca…
      Bacio grande carissima e sappi che l’affetto è reciproco,
      Mary

  • Reply Mile dicembre 8, 2018 at 7:48 am

    Che bello viaggiare. Se poi li si fa con i dolci e ancor più gustoso. Le mele nei dolci sono un dolce di conforto. Bella questa iniziativa Mary! Devo fare un giro anche dalle altre 😉

    • Reply unamericanatragliorsi dicembre 10, 2018 at 10:00 pm

      Ciao Milena! Sono felicissima che ti piaccia la nostra iniziativa e hai ragione, i dolci alle mele sono proprio quelli più “confortanti”!
      Un abbraccio grande e grazie di cuore per essere passata da me,
      Mary

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Broccoli fritti