Monthly Archives

gennaio 2019

TORTA DI MELE RUMENA

la ricetta della torta di mele rumenaBuongiorno a tutti e buona domenica! Siamo arrivati al nuovo appuntamento mensile con la rubrica Il giro del mondo con i dolci alle mele, curata insieme alle amiche Simona del blog Pensieri e Pasticci e Miria del blog Due Amiche in Cucina. Il dolce che vi propongo questo mese è una Torta di Mele Rumena (Placinta cu mere), presa in prestito dal  blog From Dill to Drakula. E’ un dolce semplice e genuino, che ha conquistato me e la mia famiglia, con la sua rustica bontà. E’ una torta che si prepara in pochissimi minuti e che profuma di buono…La cannella e l’aroma della buccia d’arancia invaderanno piacevolmente la vostra casa! La base della Torta di Mele Rumena è senza uova e nel mio caso anche senza burro, quindi è molto leggera, potrei osare “quasi light”. L’aggiunta dello yogurt greco conferisce morbidezza e il ripieno di mele caramellate una irresistibile dose di golosità! Io ho tagliata la Torta di Mele Rumena a quadrotti, per creare delle piccole merendine, adatte per la colazione o per lo spuntino di tutta la famiglia. Ora scappo amici, perché la domenica mattina vado sempre di corsa. Ci sono sempre mille cose da sbrigare, il pranzo da preparare, la Santa Messa…Ma la domenica non dovrebbe essere un giorno di riposo?

Serena vita a tutti e alla prossima ricetta,

Mary

Trovate le proposte delle mie amiche qui:

Simona ci porta in Scozia con la  Torta di Mele Scozzese

Miria ci porta in Ungheria con la Torta di Mele Ungherese

Continue Reading

TARTUFI DI PANDORO: BONBONS DEL RICICLO

la ricetta dei tartufi di pandoroBuongiorno amici di Un’americana tra gli orsi e buon 2019! E’ tantissimo che manco dalla mia cucina virtuale ma  credetemi, ho cucinato e anche tantissimo! E’ stato un periodo intenso e strano. Mi sento un po’ svuotata e non riesco a trovare il tempo ne le energie per curare le mie passioni come vorrei. Non voglio impormi propositi per questo nuovo anno, perché in passato li ho troppo spesso disattesi. Voglio solo impegnarmi ad “ascoltare” di più me stessa e ciò che il mio cuore e il mio corpo mi dicono. Tutto qua. Niente andrò in palestra, mi metterò a dieta, diventerò più ordinata… Niente di tutto questo. Solo l’ascolto silenzioso e attento del mio io, il cui valore devo imparare a cogliere nella sua essenza. Come farò non lo so, ma so che è giunto per me, il tempo  di provarci.

Questi Tartufi di Pandoro fanno parte del percorso di ascolto di cui vi parlavo. Sì, perché nella loro semplicità rappresentano la voglia di tornare alle radici delle cose. Rappresentano la voglia di imparare a riciclare il cibo e a farne qualcosa di buono ma anche di bello, perché secondo me, l’occhio vuole la sua parte, sempre. In realtà questa sarebbe una non ricetta facilissima e nemmeno particolarmente originale, perché di tartufi fatti con il pandoro oppure con il panettone ce ne sono tantissimi nel web. Quelli della mia bravissima e dolcissima amica Francesca, del blog Polvere di Spezie sono stupendi e sono stati la mia ispirazione. Potete trovare la sua video ricetta qui. Beh, ora nel web ci sono anche i miei e spero che piaceranno a qualcuno! Ascoltando me stessa, ho capito che devo buttarmi di più, avere meno timore, anche nelle cose piccole, come proporre delle ricette apparentemente banali, che magari saranno utili per qualcuno. Se anche solo una persona rifarà i miei Tartufi di Pandoro, sarà stato un successo per me, perché la condivisione delle ricette è ciò che ispira il mio stare qui e non devo dimenticarlo mai…Ascoltati Mary, ascoltati!

Ora amici, vi lascio la mia non ricetta dei Tartufi di Pandoro, deliziosi bocconcini che si preparano in una manciata di minuti. Non sono troppo dolci e sono ideali da servire con il caffè, per un dopo pasto chic e goloso. Per ora potete usare gli avanzi di pandoro, superstiti delle feste appena passate, ma in futuro vanno benissimo anche gli avanzi di ciambellone, pan di spagna, o plumcake. I vostri Tartufi di Pandoro saranno altrettanto squisiti e uno tira l’altro! 

Serena vita a tutti e alla prossima ricetta,

Mary

Continue Reading

CONSIGLIA Linguine con gamberoni e cognac